sorriso

Ti trovi nella pagina home / blog

02/09/2017, 10:00

ecommerce



Perché-aprire-un-negozio-online-"gratis"-è-una-Bufala


 



Perché aprire un negozio online "gratis" è una Bufala
L’articolo è tratto dal progetto che sto curando e lo puoi trovare qui: www.comevenderonline.it


L’idea più diffusa, tra tutti coloro i quali non hanno mai lavorato realmente sul web, è che internet dia a tutti la possibilità di guadagnare soldi facili, in brevissimo tempo, a rischio zero e senza alcun investimento. A sostegno di questa idea ci sono blogger che, attraverso titoli "acchiappa click", ti spingono a farti credere che internet sia la soluzione alla tua povertà. Che ne diresti infatti se ti dicessi:
  • Scopri come ha fatto un mio studente a guadagnare 100 mila euro in un solo mese;
  • I 10 segreti per fatturare un milione di euro in meno di un anno;
  • I trucchi per diventare un imprenditore digitale di successo senza fatica;
Sarebbe grandioso. Peccato però che...
  • non sono un formatore;
  • se sono segreti, non posso dirteli;
  • non sono un mago e non faccio trucchi.
Ad ogni modo, adesso ti spiego il mio punto di vista sul perché aprire un negozio online gratis è una menzogna!

L’ufficio della Nonna

Supponiamo che domani io e te ci svegliamo con un forte desiderio di cambiare il nostro futuro e che dopo numerose ricerche, scopriamo che internet è la nostra soluzione. Infatti, sembra che aprire un e-commerce sia abbastanza semplice e che, a differenza dei negozi tradizionali, non ci vogliano investimenti in capitale. Decidiamo quindi di adibire ad ufficio la vecchia casa della nonna. In fin dei conti, basta un computer ciascuno, una stampante per gli ordini, internet e la luce :) Cosa vendiamo online? Non importa. Su internet si compra e si vende di tutto. A questo punto abbiamo tutto ciò che ci serve. Bene! Da dove iniziamo? Iniziamo da questo breve elenco.
  • Brand
    • Posizionamento
      • definire la USP
    • Awareness
      • Definire le strategie e applicarle
  • Competitors
    • Chi sono
    • Cosa fanno
    • Come sono posizionati
    • Dove vendono
    • Pricing
  • Fornitori
    • Ricerca nuovi prodotti
    • Pagamenti
    • Ricerca nuovi fornitori
  • Gestione Ordini
    • Spedizioni
    • Feedback
    • Gestione Reclami
  • Assistenza Clienti
    • E-mail
    • Live Chat
    • Telefonica
    • Whatsapp
    • Telegram
    • Ticket
  • Amministrazione
    • Fatture
    • Rimborsi
    • Gestione Pagamenti
      • Paypal
      • Bonifico
      • Contrassegno
      • Stripe
  • Clienti
    • Anagrafica
    • Prodotti Acquistati
    • Frequenza di Acquisto
    • Data di compleanno
    • Ultimo acquisto
    • Life Time Value
  • User Experience
    • Mobile
    • Desktop
  • Catalogo Prodotti
    • Immagini
    • Scheda Tecnica
    • Prezzo
    • Disponibilità
    • Offerte
  • Traffico
    • Seo
      • Google
      • Bing
      • Blog
    • Adwords
    • Referral
    • Social Network
      • Facebook
        • Pagina Fan
        • Ads
        • Gruppi
        • Marketplace
      • Pinterest
      • Instagram
        • Profilo
        • Ads
E se volessimo vendere anche nei marketplace (ad esempio Amazon) dovremmo gestire:
  • Brand
    • Posizionamento
    • Gestione della Marca
  • Competitors
    • Chi sono
    • Cosa fanno
    • Come sono posizionati
    • Dove vendono
    • Pricing
  • Fornitori
    • Ricerca nuovi prodotti
    • Pagamenti
    • Ricerca nuovi fornitori
  • Gestione Ordini
    • Spedizioni
    • Feedback
    • Gestione Reclami
  • Assistenza Clienti
    • E-mail
    • Telefonica
    • Whatsapp
    • Telegram
  • Amministrazione
    • Fatture
    • Rimborsi
    • Gestione Pagamenti
  • Clienti
    • Anagrafica
    • Prodotti Acquistati
    • Frequenza di Acquisto
    • Ultimo acquisto
    • Life Time Value
  • Catalogo Prodotti
    • Immagini
    • Scheda Tecnica
    • Prezzo
    • Disponibilità
    • Offerte
  • Traffico
    • Seo per Amazon
Come puoi intuire, sono tutte attività che richiedono:
  • Tempo;
  • Competenze;
  • Sacrifici;
  • Rischi;
  • Formazione;
  • Abilità Trasversali;
A questo punto ti trovi davanti ad una scelta:
  • delegare tutte le funzioni a consulenti esterni
  • studiare e fare tutto da solo
Qualunque sia la scelta, dovrai sostenere comunque i costi per pagare i consulenti esterni o il materiale e i corsi che dovrai andare ad acquistare. Tuttavia, tralasciando se la scelta della One Man Company, ovvero la gestione di un’attività imprenditoriale in capo ad una sola persona, sia corretta, il punto su cui ti invito a riflettere è il seguente:
Avviare e gestire un negozio online richiede investimenti di tempo, competenze e denaro.
Chi ti dice il contrario sta mentendo.    
01/09/2017, 10:00



69-elementi-da-monitorare-nel-tuo-sito-di-E-commerce


 



69 elementi da monitorare nel tuo sito di E-commerce
L’articolo è tratto dal progetto che sto curando e lo puoi trovare qui: www.comevenderonline.it


Quando ho iniziato la mia attività da freelance, ho iniziato a lavorare per più clienti contemporaneamente. Gestire più progetti significa anche perdere il focus sulle singole attività. Così, fin da subito, ho preso l’abitudine di redigere delle check list per non dimenticare nulla. Allo stesso modo, quindi, ho realizzato una lista che ti puà essere utile, perché avviare un sito di ecommerce significa monitorare tante funzioni, applicazioni ed elementi per evitare che nulla sia lasciato al caso. Questa è la Check List che, tendenzialmente, va bene per tutte le attività di e-commerce. Troverai elementi essenziali, plugin da implementare o azioni da monitorare:
  1. Realizza un logo ben ben progettato
  2. Assicurati che il sito funzioni in tutti i browser e soprattutto nei dispositivi mobile
  3. Mostra i prodotti più venduti
  4. Inserisci un motore di ricerca chiaro e semplice da utilizzare nella parte superiore del tuo sito
  5. Visualizza le offerte speciali e le promozioni
  6. Inserisci un’area news/blog
  7. Se vendi all’estero, metti ben in evidenza il selettore delle lingue
  8. Attiva il certificato di sicurezza SSL
  9. Crea un design semplice, minimalista e di facile navigazione
  10. Assicurati che velocità del tuo sito non sia troppo bassa. Tempi di caricamento della pagina molto lunghi, fanno abbandonare velocemente la visita al tuo e-commerce
  11. Verifica che non ci siano link a pagine inesistenti
  12. Attiva le categorie e i filtri in ogno pagina
  13. Verifica la presenza della pagina con le condizioni legali
  14. Verifica la presenza della pagina con la privacy policy
  15. Verifica la presenza della pagina di contatto
  16. Verifica la presenza della pagina FAQ
  17. Verifica la presenza della pagina con le modalità di Reso
  18. Verifica la presenza della pagina con le modalità di Spedizione
  19. Inserisci i pulsanti di condivisione
  20. Attiva il carrello della spesa in alto
  21. Visualizza (ed eventualmente spiega) quali sono i sistemi di pagamento che adotti
  22. Includi sempre una Call To Action
  23. Includi le recensioni del prodotto
  24. Includi i prodotti correlati
  25. Utilizza solo immagini di alta qualità e preferibilmente con funzionalità zoom
  26. Includi sempre le informazioni sull’articolo e le specifiche tecniche
  27. Spiega perché dovrebbero acquistare questo prodotto, qual è il beneficio e l’uso
  28. Includi il campo per le quantità
  29. Scrivi sempre in ottica SEO, ma pensando in primo luogo al cliente
  30. Includi la disponibilità di ogni prodotto per mostrare la scarsità e spingere le persone all’acquisto
  31. Rendi chiare nella pagina del prodotto le spese di Trasporto e le eventuali tasse
  32. Aggiungi il pulsante Aggiungi alla lista desideri su ogni pagina del prodotto
  33. Eventuale video per visualizzare come funziona il prodotto
  34. Un convertitore di valuta se necessario
  35. Attiva la Live Chat
  36. Attiva la funzione che mostra al team di supporto cosa il cliente sta guardando
  37. Inserisci i codici del prodotto (possono essere utili alle persone che potrebbero acqquistarlo successivamente)
  38. Attiva i pulsanti di condivisione per ogni pagina di prodotto
  39. Crea le offerte per chi decide di acquistare insieme più prodotti
  40. Inserisci un avviso che indica se un prodotto è esaurito e offri la possibilità di registrarsi con la sola e-mail per essere avvisato quando il prodotto sarà nuovamente disponibile
  41. Assicurari che le pagine dei prodotti si carichino velocemente come la tua home page
  42. Includi le parole chiave in ogni pagina del prodotto per migliorare le posizioni nei motori di ricerca
  43. Elimina tutto ciò che può distrarre il cliente
  44. Crea pagine che possono educare sull’uso del tuo prodotto educative
  45. Un blog con eventi e notizie recenti
  46. Scrivi a proposito di cosa accade nel tuo settore
  47. Attiva un’area riservata con risorse gratuite, concorsi e premi per i tuoi clienti
  48. Una pagina con testimonianze video
  49. Case studies e interviste con persone che hanno utilizzato i tuoi prodotti
  50. Non obbligare i clienti ad effettuare la registrazione prima dell’ordinare
  51. Accetta tutti i metodi di pagamento (nei limiti del possibile)
  52. Se puoi, offri la spedizione gratuita
  53. Aggiungi i pulsanti di checkout nella parte superiore e inferiore delle tue pagine
  54. Chiedi a chi ha già acquistato di acquistare nuovamente
  55. Non chiedere una recensione o effettuare indagini subito dopo il check-out
  56. Se il cliente ha acquistato più prodotti e se è attiva una promozione in corso, mostra quanto hanno risparmiato
  57. Mostra la data e l’ora di spedizione approssimativa
  58. Offri un campione gratuiti se è previsto dal tuo modello di business
  59. Se vendi prodotti ad un prezzo elevato, offri le opzioni di finanziamento
  60. Verifica sempre ogni pagina e simula un’acquisto sul tuo e-commerce per accertarti che tutto funzioni correttamente
  61. Invia un follow-up da uno a due settimane per chiedere al cliente se è soddisfatto del suo acquisto
  62. Chiedi una recensione
  63. Offri un codice di sconto se non hanno ancora ordinato dopo alcuni mesi (o giorni a seconda della natura del prodotto)
  64. Se puoi, attiva un programma fedeltà
  65. Attiva le carte regalo
  66. Invia una promozione per i carrelli abbandonati
  67. Ringrazia sempre chi ha acquistato
  68. Rendi chiaro il collegamento per tenere traccia sullo stato della spedizione
  69. Utilizza una e-mail dedicata per il customer service e inserisci una tua foto (o di chi si occupa dell’assistenza clienti) nel footer della e-mai.
Questa è una lista che via via aggiorno. Se desideri essere avvisato sugli aggiornamenti, iscriviti alla newsletter.  
31/08/2017, 19:53

ecommerce



Aprire-un-negozio-online


 



Oggi voglio parlare di un tema molto caldo: Come Aprire un Negozio online.
L’articolo è tratto dal progetto che sto curando e lo puoi trovare qui: www.comevenderonline.it

Se stai cercando un commercialista che ti aiuti ad aprire, dal punto di vista fiscale, un negozio online, allora ti consiglio di contattare Studio Bellan. Se invece, come immagino che sia, sei interessato a sapere cosa significa “Aprire un Negozio Online”, allora sei nel posto giusto. Iniziamo dalla definizione di e-commerce:
E-commerce: L’insieme delle attività di vendita e acquisto di prodotti effettuato tramite Internet.
Cosa puoi fare con un negozio online?
  • Produci un prodotto e lo vendi;
  • Vendi un prodotto di altri aggiungendo il tuo guadagno;
  • Acquisti un prodotto, lo etichetti e lo rivendi con la tua Brand aggiungendo il tuo guadagno;
  • Vendi a privati (B2C);
  • Vendi ad aziende (B2B).
C’è chi sostiene che aprire un’attività di e-commerce sia più semplice di quello che si pensi, perché è un settore sempre più in espansione e perché può migliorare il ritorno economico e il reddito di tantissimi negozianti, piccoli e grandi. In realtà le cose non stanno proprio così. Aprire un negozio online significa aprire un negozio a tutti gli effetti. Punto! Per avviare un’attività online vera e propria dovrai costituire una società davanti al notaio, con spese che potrebbero superare il migliaio di euro (tranne nel caso di società a responsabilità limitata semplificata). Dovrai iscriverti alla Camera di Commercio e presentare la SCIA allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del Comune nel quale intendi avviare l’attività. Occorre inoltre comunicare all’Agenzia delle Entrate l’indirizzo del sito Web, i dati identificativi dell’Internet Service Provider, l’indirizzo di posta elettronica, il numero di telefono e di fax. Ad ogni modo, un buon commercialista ti saprà dare tutte le informazioni necessarie dal punto di vista burocratico e fiscale.


1233
logoMail
Iscriviti alle pillole di Web Marketing.
Gianluca Giacalone
Consulente di Web Marketing
via isolato egadi, 8 - Marsala
p.iva: 02303770818


facebook
gplus
linkedin
youtube
instagram
Create a website